Reddito di cittadinanza: ecco come funziona

0

È entrato in vigore il decreto legge 28 gennaio 2019, n. 4 che introduce il Reddito di cittadinanza tra le misure urgenti per contrastare la povertà e rilanciare l’occupazione. Le risorse stanziate dalla legge di bilancio sono 7,1 miliardi complessivi per il 2019. L’iniziativa, si legge sul sito ufficiale, ha l’obiettivo di migliorare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, aumentare l’occupazione e contrastare le disuguaglianze. Ecco come funziona.

QUALI SONO I REQUISITI PER ACCEDERE AL REDDITO DI CITTADINANZA

Per accedere al reddito di cittadinanza sono necessari i seguenti requisiti:

Essere cittadino italiano o europeo o lungo soggiornante e risiedere in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa.

Avere un ISEE (Indicatore di Situazione Economica Equivalente) aggiornato inferiore a 9.360 euro annui.

Possedere un patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa di abitazione, non superiore a 30.000 euro.

Avere un patrimonio finanziario non superiore a 6.000 euro che può essere incrementato in funzione del numero dei componenti del nucleo familiare e delle eventuali disabilità presenti nello stesso.

Avere un reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui moltiplicato per la scala di equivalenza. La soglia del reddito è elevata a 9.360 euro nei casi in cui il nucleo familiare risieda in una abitazione in affitto.

Il beneficio economico si compone di due elementi: una componente a integrazione del reddito familiare fino alla soglia di 6mila euro l’anno (moltiplicata per il corrispondente parametro della scala di equivalenza); una componente, a integrazione del reddito delle famiglie che vivono in affitto, pari all’ammontare del canone annuo di locazione (fino a un massimo di 3.360 euro)

Il beneficio economico, inoltre, non può essere inferiore a 480 euro netti.

REDDITO DI CITTADINANZA 44

COME E DOVE PRESENTARE LA DOMANDA

A partire dal 6 marzo 2019, se possiedi i requisiti idonei, puoi richiedere il Reddito di cittadinanza collegandoti al sito: www.redditodicittadinanza.gov.it, alle Poste Italiane o recandoti presso un ufficio postale o in un CAF.

Una volta presentata l’istanza, l’INPS procederà con la verifica dei requisiti. In caso favorevole, il Reddito di Cittadinanza ti verrà erogato attraverso una carta prepagata di Poste Italiane. Oltre all’acquisto di beni e servizi di base, essa consente di effettuare prelievi di contante entro un limite mensile non superiore a 100 euro per i nuclei familiari composti da un singolo individuo (incrementata in base al numero di componenti il nucleo) ed effettuare un bonifico mensile in favore del locatore indicato nel contratto di locazione o dell’intermediario che ha concesso il mutuo.

È vietato l’utilizzo del beneficio per giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità. Ai beneficiari della Carta sono estese le agevolazioni relative alle tariffe elettriche e quelle riguardanti la compensazione per la fornitura di gas naturale riconosciute alle famiglie economicamente svantaggiate.

Il beneficio deve essere fruito entro il mese successivo a quello di erogazione. L’importo non speso o non prelevato viene sottratto nella mensilità successiva, nei limiti del 20% del beneficio erogato. Fanno eccezione gli importi ricevuti a titolo di arretrati. È prevista inoltre la decurtazione dalla Carta degli importi complessivamente non spesi o non prelevati nei sei mesi precedenti, ad eccezione di una mensilità. Le modalità di monitoraggio e verifica della fruizione del beneficio e delle eventuali decurtazioni saranno definite con un decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze.

Dopo l’accettazione, sarai contattato dal Centro per l’Impiego per individuare il percorso di formazione o di reinserimento lavorativo da attuare.

Hai tempo fino al 31 marzo per richiedere il contributo che sarà erogato ad aprile.

REDDITO DI CITTADINANZA

COSA PUOI FARE PRIMA DEL 6 MARZO

In attesa del 6 marzo, ti consigliamo di richiedere il tuo ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) presso i CAF oppure online sul sito dell’INPS.

Se vuoi fare la richiesta online, inoltre, è indispensabile aver attivato SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Ti consigliamo di richiederlo prima del 6 marzo presso uno degli Identity Provider Accreditati che trovi sul sito www.spid.gov.it

QUANTO DURA IL REDDITO DI CITTADINANZA

La durata è di 18 mesi, alla scadenza ci sarà una sorta di “tagliando”. Se il destinatario è ancora in possesso dei requisiti richiesti la misura potrà essere rinnovata di altri 18 mesi.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per visualizzare tutti i dettagli sul Reddito di Cittadinanza clicca qui.

 

 

Autore

Lascia un nuovo commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.