Architettura di Parole, al via la prima edizione del concorso di scrittura

0

L’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Arezzo, su proposta e con la collaborazione della propria Commissione Cultura, indice la prima edizione del Concorso Nazionale di scrittura Architettura di Parole.

L’iniziativa è riservata a tutti coloro che amano l’architettura e attraverso la scrittura desiderano “parlare” di architettura. La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti.

OBIETTIVI DEL PREMIO

a) Compendiare due forme d’arte, Architettura e Scrittura, in un unicum.

b) Stimolare l’attenzione verso l’Architettura e su come essa incide e influenza il contesto in cui viviamo.

c) Far raccontare l’Architettura non solo dagli architetti, scoprendo attraverso altre chiavi di lettura e di analisi critica, nuove prospettive per apprezzarne il valore.

d) Creare un punto di confronto creativo per promuovere il dibattito sull’Architettura.

Nella stesura delle opere i partecipanti dovranno dare enfasi all’Architettura a cui si riferiscono. La scrittura è stata confinata, con il trascorrere del tempo, all’ambito teorico e burocratico dell’Architettura stessa; con questa iniziativa si desidera dare nuovo vigore al legame tra Architettura e Scrittura. Così il concorso pone la dimensione narrativa come strumento complementare e ineliminabile dal processo creativo dell’Architettura. Saranno ammessi a corredo del testo, e costituiranno oggetto di valutazione, opere grafiche e/o fotografie le quali incideranno sulla valutazione globale per un punteggio non superiore a punti due (2) su di un totale di dieci (10). Dieci (10) costituirà il punteggio massimo assegnato all’opera nella sua interezza.

I PREMI IN PALIO

Le prime dieci opere selezionate entreranno a far parte della Fondazione Archivio Diaristico Nazionale. Le tre opere che verranno valutate come le migliori dalla Giuria del premio, avranno un ulteriore riconoscimento come di seguito specificato:

 Primo classificato. Macchina da scrivere “Valentina” (prodotta da Olivetti nel 1968 su progetto di Ettore Sottsass) e targa ricordo.

 Secondo classificato. Buono acquisto libri da 200 euro e targa ricordo.

 Terzo classificato. E-reader e targa ricordo.

Architettura di Parole

Architettura di Parole – COME PARTECIPARE

La presentazione delle opere da parte dei partecipanti, unitamente alla domanda di partecipazione, dovrà avvenire entro il 30 giugno 2019 come specificato sul bando di concorso.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per scaricare tutte le informazioni legate all’iniziativa Architettura di Parole clicca qui.

Autore

Lascia un nuovo commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.