Lavoro: sussidio di 500 euro ai lavoratori delle aree in crisi

0

Un sussidio di 500 euro e cassa integrazione per 12 mesi per quei lavoratori delle aree di crisi rimasti senza ammortizzatori. E’ la nuova misura emersa nell’incontro di oggi al Ministero del Lavoro tra Governo e sindacati. Proprio secondo fonti sindacali l’esecutivo vorrebbe impiegare almeno 150 milioni dei 235 previsti per le aree di crisi proprio per questo ammortizzatore aggiuntivo.

Tecnicamente si tratta di un prolungamento della cassa integrazione straordinaria di 12 mesi e di un sussidio di 500 euro mensili, sempre per un anno, per chi è rimasto senza alcun ammortizzatore. Alle risorse messe in campo dal Governo si aggiungerà un 20% da parte delle Regioni. Il provvedimento dovrebbe interessare i lavoratori di nove aree: Gela, Piombino, Livorno, Rieti, Termini Imerese, Trieste, Taranto e le aree di Ascoli Piceno e Molise.

Autore

Redazione

La redazione di Lavoro e Carriere è composta da un team di web editor sempre aggiornati sui temi del mercato del lavoro e della formazione professionale.

Lascia un nuovo commento