Politecnico di Milano: opportunità di lavoro in ambito amministrativo

0

È indetta presso l’Area Servizi agli Studenti e ai Dottorandi – Scuola AUIC del Politecnico di Milano, una procedura selettiva per esami a n°1 unità di personale a tempo indeterminato, di categoria C1, area amministrativa, a tempo pieno.

La figura professionale oggetto della presente selezione dovrà svolgere le seguenti attività:

– supporto alla gestione amministrativa della Scuola;

– supporto alla gestione del budget;

– supporto alla gestione dei contratti di docenza e di tutorato.

  1. Il candidato dovrà possedere le seguenti capacità/conoscenze delle seguenti normative di Ateneo, reperibili all’indirizzo ( http://www.normativa.polimi.it ):

– Regolamento di Ateneo per l’Amministrazione, la Finanza e la Contabilità;

– Regolamento Generale di Ateneo;

– Statuto del Politecnico di Milano;

– Regolamento Organizzativo e di Funzionamento della Scuola Architettura Urbanistica Ingegneria

delle Costruzioni;

– Regolamento di Ateneo disciplinante gli incarichi esterni all’Ateneo per professori e ricercatori;

– Regolamento per il Conferimento di incarichi didattici e di supporto alla didattica ai sensi dell’art. 23 L. 240/2010;

– Regolamento per l’affidamento contratti per l’acquisto di beni e servizi sotto soglia di rilevanza comunitaria o tramite procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara;

– Regolamento per la disciplina delle procedure comparative per il conferimento di incarichi individuali di collaborazione di natura autonoma, in attuazione del disposto dell’art. 7, c. 6 e 6 bis del D. Lgs 30/03/2001 n. 165 e s.m.i..

È richiesta ottima conoscenza della lingua inglese.

Sono richieste inoltre ottime capacità di utilizzo del pacchetto Office (in particolare Word ed Excel).

REQUISITI RICHIESTI

Per l’ammissione alla prova selettiva di cui al precedente art. 1, pena esclusione dalla prova stessa, è richiesto il possesso del seguente titolo di studio: Diploma di istruzione secondaria di II grado.

I candidati che, ai fini dell’ammissione alla selezione, indichino il possesso di un titolo di studio estero, devono presentare domanda di riconoscimento di tale titolo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica.

Per il precitato posto, sono altresì richiesti gli ulteriori requisiti, elencati di seguito:

1) età non inferiore ad anni 18;

2) cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica) ovvero cittadinanza di altro Stato membro dell’Unione Europea;

3) godimento dei diritti politici;

4) idoneità fisica all’impiego (l’Amministrazione sottopone a visita medica di controllo i vincitori della selezione, in base alla normativa vigente);

5) aver ottemperato alle leggi sul reclutamento militare per i nati fino al 1985;

6) non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportino l’interdizione dai pubblici uffici.

Non possono essere ammessi alla selezione coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo politico e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero siano stati dichiarati decaduti da altro impiego statale ai sensi dell’art. 127, comma 1, lettera d) del Testo Unico delle disposizioni concernenti lo Statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile, ovvero siano cessati dal servizio a seguito di licenziamento disciplinare.

I cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea o loro familiari o cittadini di Paesi terzi devono possedere i seguenti requisiti:

a) godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;

b) essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica italiana;

c) avere adeguata conoscenza della lingua italiana.

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine ultimo per la presentazione della domanda di ammissione. I candidati sono ammessi alla prova selettiva con riserva.

politecnico di milano

POLITECNICO DI MILANO – COME FARE DOMANDA

La domanda di ammissione alla prova selettiva, redatta in carta libera, in conformità allo schema esemplificativo allegato, dovrà essere indirizzata e inviata al Direttore Generale del Politecnico di Milano, P.zza L. da Vinci, 32 – 20133 Milano e dovrà essere presentata entro il 16 GIUGNO 2022.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per scaricare il bando promosso dal Politecnico di Milano CLICCA QUI

Autore

Avatar

Lascia un nuovo commento

18 − sei =

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.