Tirocinio forense con rimborso spese presso Poste italiane

0

In un contesto economico e sociale in costante cambiamento, Poste Italiane conferma il proprio impegno come motore di sviluppo del Paese, sostenendo ed implementando anche iniziative volte ad agevolare la formazione e la professionalizzazione dei giovani. In tale ottica, e d’intesa con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma e di Napoli, l’Azienda offre l’opportunità a giovani praticanti avvocati di svolgere, presso la propria Funzione di Affari Legali, il tirocinio professionale di cui all’art. 41 comma 6 della Legge n. 247 del 2012 (c.d. “Legge Forense”), finalizzato al conseguimento del titolo per l’ammissione all’esame di abilitazione alla professione di Avvocato.

COSA PREVEDE IL TIROCINIO

Il tirocinio prevede l’affidamento dei praticanti avvocati alla Funzione Affari Legali operante nel territorio, in affiancamento e sotto la supervisione degli avvocati facenti parte della sopra citata Funzione e regolarmente iscritti presso l’Elenco Speciale “Ente Poste Italiane”, istituito presso il Consiglio dell’Ordine.

La durata del tirocinio è di 6 (sei) mesi e non oltre 12 (dodici) mesi, così come previsto dall’art. 41 della Legge Forense e prevede un rimborso spese mensile di euro 600,00 lordi.

REQUISITI RICHIESTI

Per lo svolgimento del tirocinio i candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

– cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione Europea ovvero di uno Stato non appartenente all’Unione Europea in possesso dei requisiti previsti dall’art. 17 comma 2 della Legge n. 247 del 2012;

– Laurea magistrale in Giurisprudenza con la massima votazione conseguita da non più di 24 mesi;

– iscrizione al registro dei praticanti presso il Consiglio dell’Ordine di Roma o di Napoli da non più di 2 mesi.

TIROCINIO

TIROCINIO FORENSE – COME CANDIDARSI

I candidati in possesso dei requisiti potranno inviare la propria candidatura entro le ore 10.45 del 4 SETTEMBRE 2022 CLICCANDO QUI e allegando i seguenti documenti:

Curriculum vitae aggiornato;

l’allegato B (scaricabile qui) compilato in tutte le sue parti e sottoscritto dal candidato.

Le candidature incomplete o pervenute in modalità diverse da quella sopra indicata non saranno prese in considerazione.

LA VALUTAZIONE DELLE CANDIDATURE

In relazione alle proprie disponibilità organizzative, la Società si riserva di volta in volta di indicare il numero di tirocini che sarà possibile attivare e, in base al numero di domande pervenute, la percentuale di candidati che sarà possibile ammettere a selezione. Il team di esperti di Selezione di Poste Italiane valuterà le candidature ai sensi del comma che precede tramite la valutazione dei titoli e un successivo colloquio conoscitivo/motivazionale.

Autore

Avatar

Lascia un nuovo commento

5 × quattro =

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.