Ministero della Giustizia: 300 posti per notai

0

Il Ministero della Giustizia ha indetto un concorso, per esame, a 300 POSTI DI NOTAIO.

REQUISITI PER L’AMMISSIONE

Per essere ammessi al concorso, gli aspiranti devono essere in possesso, alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda, dei requisiti stabiliti dall’articolo 5, numeri 1), 2), 3), 4) e 5), della legge 16 febbraio 1913, n. 89, e successive modificazioni, e non devono aver compiuto gli anni cinquanta alla data del presente decreto.

È altresì necessario che, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, gli aspiranti non siano stati dichiarati non idonei in cinque precedenti concorsi per esami a posti di notaio, banditi successivamente all’entrata in vigore della legge 18 giugno 2009, n. 69. Equivalgono a dichiarazione di inidoneità l’espulsione del candidato dopo la dettatura del tema e l’annullamento di una prova da parte della commissione.

ministero di giustizia

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA – COME FARE DOMANDA

La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata o spedita entro il 9 gennaio 2020.

La domanda telematica di partecipazione al concorso deve essere redatta compilando l’apposito modulo, disponibile sul sito internet del Ministero della giustizia, “www.giustizia.it”, alla voce “Strumenti/Concorsi, esami, selezioni e assunzioni”.

La procedura di compilazione e invio telematico deve essere completata entro il termine di scadenza del bando.

Il modulo è disponibile dal giorno di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale e fino alla scadenza del termine per la presentazione della domanda.

Allo scadere del termine suddetto, il sistema informatico non permette più né l’accesso né l’invio del modulo.

Dopo il completamento della procedura di inserimento dei dati e l’invio del modulo, il sistema informatico comunica l’avvenuta ricezione della domanda di partecipazione, fornendo un file (ricevuta in formato .pdf) che contiene il codice identificativo – comprensivo del codice a barre – attribuito dal sistema; tale codice deve essere stampato e conservato a cura del candidato, nonché esibito per facilitare le procedure di identificazione per la partecipazione alle prove scritte.

L’aspirante deve stampare la domanda (contenuta nel file “domanda in formato pdf”), apporvi in calce una marca da euro 16,00, allegarvi le quietanze di cui al successivo comma 14 e consegnarla, entro il termine di scadenza del bando, alla Procura della Repubblica competente in relazione al luogo di residenza; deve infine firmarla con sottoscrizione autenticata. Il funzionario della Procura che provvede alla ricezione, verificata la regolarità formale della domanda, procede alla validazione e alla trasmissione della domanda cartacea al Ministero della giustizia, Dipartimento per gli affari di giustizia – Direzione generale della giustizia civile – Reparto notariato, via Arenula, 70 – 00186, Roma.

In alternativa, l’aspirante deve stampare la domanda, apporre la marca da euro 16,00 in calce alla stessa, firmarla con sottoscrizione autenticata e spedirla a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, con allegate le quietanze di cui al successivo comma 14, alla Procura della Repubblica suddetta.

Per le domande spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento fa fede la data risultante dal timbro apposto dall’Ufficio postale accettante.

A pena di esclusione dal concorso, le domande presentate per la validazione o spedite non devono riportare cancellazioni e/o modifiche rispetto a quelle inserite telematicamente. Nel caso di inserimento di più domande nel sistema informatico è ritenuta valida quella inserita per ultima.

COMUNICAZIONI DEI CANDIDATI

I candidati possono comunicare con l’Amministrazione, nel corso della procedura concorsuale, con una delle seguenti modalità:

dal proprio indirizzo di posta elettronica ordinaria, utilizzando l’indirizzo [email protected];

con posta raccomandata A/R all’indirizzo: Ministero della giustizia, Dipartimento per gli affari di giustizia – Direzione generale della giustizia civile – Reparto notariato, via Arenula 70, 00186, Roma;

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per scaricare il bando clicca qui.

 

 

Autore

Avatar

Lascia un nuovo commento

11 − due =

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.