Ministero degli Affari Esteri, un concorso per 35 segretari

0

Ministero degli Affari Esteri, un concorso per 35 segretari

Il Ministero degli Affari Esteri ha indetto un concorso, per titoli ed esami, per 35 posti di SEGRETARI DI LEGAZIONE IN PROVA alla Farnesina, di cui 5 sono riservati ai dipendenti del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Ministero degli Affari Esteri – REQUISITI RICHIESTI

 

Cittadinanza italiana

Età non superiore ai trentacinque anni

Idoneità psico-fisica che permetta di svolgere l’attività diplomatica sia presso l’Amministrazione centrale che in sedi estere

Godimento dei diritti politici

Laurea magistrale in Finanza, Giurisprudenza, Relazioni internazionali, Scienze dell’economia, Scienze della politica, Scienze delle pubbliche amministrazioni, Scienze economiche per l’ambiente  e  la  cultura, Scienze economico-aziendali, Scienze  per la cooperazione allo sviluppo, Studi europei nonché la laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza e ogni altra equiparata a norma di  legge; oppure un diploma di laurea in: Giurisprudenza, Scienze politiche,  Scienze internazionali e diplomatiche, Economia e commercio.

 

PROVE PER ACCEDERE AL CONCORSO

Prova attitudinale

Valutazione dei titoli

Prove d’esame scritte e orali, ed eventuali prove facoltative di lingue.

La prova attitudinale è volta ad accertare la capacità del candidato di svolgere l’attività diplomatica, con particolare riferimento alla conoscenza delle materie oggetto di concorso inclusa la lingua inglese e alla capacità di logicità del ragionamento.

 

Ministero degli Affari Esteri

 

Ministero degli Affari Esteri – COME PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda, corredata dalla documentazione richiesta, va inviata entro il 2 marzo 2018 cliccando qui

Il candidato dichiarato vincitore è invitato ad assumere servizio in via provvisoria, sotto riserva di accertamento del possesso dei requisiti prescritti per la nomina, entro i termini fissati dall’Amministrazione. Al momento dell’assunzione, il vincitore dovrà presentare una dichiarazione sottoscritta sotto la propria responsabilità nella quale attesta di non avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate nell’articolo 53 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

In caso contrario presenta una dichiarazione di opzione per la nuova amministrazione. Se, senza giustificato motivo, non assume servizio entro il termine stabilito, decade dal diritto alla nomina.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per scaricare il bando clicca qui

 

 

Autore

Lascia un nuovo commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.