A Milano c’è un concorso per entrare in Polizia

0

È indetta una selezione pubblica, per esami, per la copertura di 5 posti a tempo indeterminato del profilo professionale di AGENTE DI POLIZIA LOCALE – Categoria C – posizione economica 1 presso il Comune di Milano.

COSA PREVEDE IL RUOLO DA RICOPRIRE

La figura professionale dell’Agente di Polizia Locale è caratterizzata dalle seguenti competenze:

✓ prevenzione, accertamento e repressione delle infrazioni al Codice della Strada, a leggi, regolamenti,

ordinanze ed attività inerenti la polizia amministrativa;

✓ servizio di vigilanza di quartiere;

✓ pronto intervento in situazioni di emergenza ed altri interventi previsti da leggi e regolamenti (ad es.:

esecuzione dei Trattamenti Sanitari Obbligatori, ecc.);

✓ istruzione di pratiche e predisposizione di relazioni per l’autorità giudiziaria ed amministrativa, di atti e

relazioni riguardanti le materie di competenza della Polizia Locale;

✓ funzioni di polizia giudiziaria, stradale ed ausiliarie di pubblica sicurezza secondo le normative vigenti;

✓ nel quadro della pianificazione del traffico e della educazione stradale collaborazione allo studio ed alla

pianificazione degli interventi nonché alle relative attività educative;

✓ servizi d’ordine, di scorta e di rappresentanza in occasione di pubbliche funzioni e manifestazioni;

✓ svolgimento, laddove delegato, di attività di indagine;

✓ guida dei veicoli di servizio;

✓ interventi per la regolamentazione del traffico veicolare.

REQUISITI RICHIESTI

Possono partecipare alla selezione coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti:

1) Cittadinanza italiana;

2) età non inferiore agli anni 18 (diciotto) e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento a riposo d’ufficio;

3) godimento dei diritti civili e politici;

4) assenza di condanne penali che possano impedire, secondo le norme vigenti, l’instaurarsi e/o il mantenimento del rapporto di impiego;

5) non essere stati esclusi dall’elettorato attivo né essere stati licenziati per persistente insufficiente rendimento da una pubblica amministrazione, ovvero per aver conseguito l’impiego stesso attraverso dichiarazioni mendaci o produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;

6) non essere stati licenziati dal Comune di Milano, salvo il caso in cui il licenziamento sia intervenuto a seguito di procedura di collocamento in disponibilità o di mobilità collettiva, secondo la normativa vigente;

7) non essere stati licenziati per mancato superamento del periodo di prova per il medesimo profilo messo a selezione dal Comune di Milano;

8) non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale;

9) per i candidati di sesso maschile: avere una regolare posizione nei riguardi degli obblighi militari di leva ovvero non essere tenuti all’assolvimento di tale obbligo a seguito dell’entrata in vigore della Legge di sospensione del servizio militare obbligatorio;

10) Diploma di Scuola Secondaria di Secondo Grado (maturità) – rilasciato da Istituti riconosciuti dall’ordinamento scolastico italiano.

I titoli di studio conseguiti all’estero devono aver ottenuto, entro la data di approvazione della graduatoria, l’equiparazione ai titoli di studio italiani, da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della funzione pubblica (art. 38, comma 3, del D.Lgs. 165/2001).

11) PATENTE DI GUIDA DI CATEGORIA B;

12) IDONEITÀ PSICO-FISICA;

13) non trovarsi nella condizione di disabile ai sensi della Legge 12.03.1999, n. 68;

14) essere in possesso dei requisiti necessari per il conferimento della qualità di Agente di pubblica sicurezza;

15) per coloro che sono stati ammessi al servizio civile come obiettori: essere collocati in congedo da almeno cinque anni e aver rinunciato definitivamente allo status di obiettore di coscienza, avendo presentato dichiarazione presso l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, così come previsto dall’art. 1, comma 1 della Legge 2 agosto 2007, n. 130;

16) disponibilità al porto e all’eventuale uso dell’arma, nonché alla conduzione dei veicoli in dotazione al Corpo di Polizia Locale (autoveicoli, motocicli, ciclomotori, biciclette e autocarri per trasporto di motoveicoli).

milano

LAVORA IN POLIZIA A MILANO – COME FARE DOMANDA

La domanda di partecipazione alla selezione deve essere presentata unicamente per via telematica attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID) entro le ore 12:00 del 21 FEBBRAIO 2022 compilando l’apposito modulo elettronico e previa registrazione alla piattaforma digitale alla quale si accede attraverso il seguente percorso: www.comune.milano.it – Amministrazione Trasparente – Bandi di concorso – clicca qui – filtro “stato: aperto”.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per scaricare il bando per lavorare a Milano nel ruolo di Agente di Polizia CLICCA QUI.

Autore

Avatar

Lascia un nuovo commento

quattro + 16 =

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.