Energia: 300mila euro per i giovani ricercatori

0

Energie per la ricercaSi chiama “Energie per la ricerca” il bando che ENEL Foundation e Fondazione CRUI (Conferenza dei rettori delle Università italiane) hanno istituito  per premiare 20 giovani che abbiano realizzato progetti e studi nel campo delle fonti rinnovabili, dell’impatto economico della produzione energetica e della responsabilità sociale d’impresa. 300 mila euro in tutto per 20 premi di ricerca di 15mila euro ciascuno. Il bando è appena stato reso disponibile sul sito della Fondazione CRUI e sarà possibile candidarsi fino al 21 dicembre 2012.

Energie per la ricerca

“Energie per la ricerca” è il primo progetto di Enel Foundation realizzato in collaborazione con Fondazione CRUI. I 20 premi previsti saranno assegnati a giovani ricercatori nei campi delle fonti rinnovabili, dell’impatto economico della produzione energetica e della responsabilità sociale d’impresa. Il programma è finalizzato a incentivare la ricerca in campi ritenuti strategici per lo sviluppo del paese e per la competitività del sistema scientifico italiano.
I premi istituiti dal bando saranno destinati ai 20 migliori progetti di ricerca selezionati fra quelli pervenuti entro il 31 dicembre 2012 tramite l’invio di domanda di partecipazione redatta in carta semplice secondo il modulo che sarà scaricabile a breve sul sito della Fondazione CRUI.
Potranno accedere al programma i laureati al corso di laurea specialistica/magistrale o i dottori di ricerca presso le facoltà di ingegneria, architettura, chimica industriale, scienze ambientali, medicina, economia, statistica, giurisprudenza, scienze politiche e della comunicazione entro i 29 anni (se laureati) o i 36 anni (se dottori di ricerca). I venti progetti selezionati saranno finanziati da Enel Foundation con un importo di 15.000 euro ciascuno. A partire da settembre l’iniziativa verrà promossa attraverso incontri di presentazione in sedici diverse sedi universitarie.
Gli ambiti di ricerca per i quali sarà possibile concorrere: efficienza energetica, qualità dell’aria e mobilità elettrica, smart grid, accesso all’energia, politiche energetiche, economia e impresa, responsabilità sociale d’impresa e sicurezza nei cantieri.
Possono partecipare all’assegnazione del premio i laureati al corso di laurea specialistica/magistrale o i dottori di ricerca presso le facoltà di ingegneria, architettura, chimica industriale, scienze ambientali, medicina, economia, statistica, giurisprudenza, scienze politiche e della comunicazione.

Per candidarsi c’è tempo fino al 21 dicembre. Qui trovate tutte le informazioni per partecipare.

 

Autore

Redazione

La redazione di Lavoro e Carriere è composta da un team di web editor sempre aggiornati sui temi del mercato del lavoro e della formazione professionale.

Lascia un nuovo commento