Diventa OSS, c’è un corso gratuito nel Nord Italia

0

Diventa OSS – A settembre si apriranno le candidature per partecipare al corso annuale finalizzato ad ottenere la qualifica di OSS (Operatore Socio Sanitario), percorso formativo tenuto dal Servizio Formazione Educazione Permanente (SFEP) del Comune di Torino. L’iter è finanziato ed è gratuito.

 

 

 

REQUISITI RICHIESTI

 

Maggiore età

cittadinanza italiana o di un paese UE o possesso di regolare permesso di soggiorno

essere disoccupato/a con disponibilità al lavoro rilasciata al CPI (Centro Per l’Impiego) o occupato/a

titolo di studio (almeno licenza media) italiano o Dichiarazione di Equipollenza o iscrizione ad una Università italiana

 

 

DIVENTA OSS – COME FARE LA DOMANDA

Le domande, debitamente firmate dal candidato, si ricevono, esclusivamente a mano (è anche possibile la delega di consegna), presso il SFEP (Via Cellini 14, Torino) e dovranno essere predisposte su apposito modulo disponibile direttamente presso il centro o scaricabile dal sito del SFEP dal 10 al 21 settembre 2018, nei seguenti giorni ed orari: dal lunedì al venerdì (9.00 – 12.00).

 

Selezioni

Le selezioni scritte si svolgono di norma al Palazzetto dello Sport di Torino (Parco Ruffini) e consistono in 40 domande di cultura generale, a risposta chiusa, basate sul programma della scuola media. I selezionati passeranno successivamente per un colloquio orale.

È anche previsto un corso biennale per la qualifica di OSS della durata di 1.000 ore. Le iscrizioni in questo caso prenderanno il via a partire da metà novembre.

 

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per leggere tutti i dettagli relativi al corso e per scaricare il modulo di domanda clicca qui.

 

Diventa OSS

 

DIVENTA OSS – IL RUOLO

L’Operatore Socio Sanitario aiuta le persone a soddisfare i propri bisogni fondamentali. Favorisce il benessere e l’autonomia di coloro che vivono una condizione di difficoltà a casa (assistenza domiciliare), in ospedale o nelle strutture residenziali (residenze per anziani, comunità alloggio).

Per questo collabora con altri operatori professionali che lavorano nei servizi che si occupano di assistenza sanitaria e sociale.

Che cosa fa

L’Operatore Socio Sanitario deve saper capire le necessità della persona con cui lavora, valutare che cosa le serve e dare delle risposte adeguate.

Le sue attività sono quindi rivolte alla persona e al suo ambiente di vita. Deve soprattutto saper svolgere attività di aiuto attraverso interventi igienico-sanitari e di carattere sociale, quindi:

 lavora con il personale sanitario e sociale e contribuisce alla programmazione e

realizzazione del progetto assistenziale rivolto alla persona;

 osserva e collabora alla rilevazione dei bisogni e delle condizioni che possono danneggiare

ulteriormente la persona in difficoltà;

 aiuta la persona e la famiglia ascoltandoli, osservandoli e comunicando;

 assiste e aiuta la persona nelle attività quotidiane di igiene personale e di governo/gestione

della casa (pulizie, preparazione dei pasti, disbrigo pratiche, ecc.);

 realizza attività semplici a supporto delle prestazioni infermieristiche e tecnico-sanitarie;

 si occupa di favorire le relazioni tra le persone e nei gruppi, anche attraverso attività di animazione.

Il lavoro professionale dell’Operatore Socio Sanitario all’interno dei servizi di aiuto alla persona richiede anche:

o la collaborazione alla verifica della qualità del servizio;

o la trasmissione della propria esperienza agli studenti dei corsi per O.S.S.;

o il proprio aggiornamento professionale.

Con chi lavora

Lavora con persone che vivono in una condizione di disagio sociale o che sono malate. Esse possono essere: anziani con problemi sociali e sanitari, famiglie, bambini e ragazzi problematici, persone disabili, adulti in difficoltà o con problemi psichiatrici, degenti in ospedale, ecc.

I colleghi: collabora, a seconda del tipo di progetto, con operatori di differente professionalità

(assistenti sociali, educatori, medici, infermieri, fisioterapisti, animatori, ecc.) ma che hanno le

stesse finalità. L’OSS deve essere anche in grado di collaborare con Associazioni di volontariato e con le famiglie degli assistiti.

Dove lavora

L’Operatore Socio Sanitario svolge il proprio lavoro nei servizi sanitari e sociali gestiti da enti pubblici, da cooperative sociali e da privati. Può quindi lavorare in ospedale e negli altri servizi sanitari, nei servizi sociali (comunità alloggio, residenze per anziani, centri diurni, ecc.) o a casa della persona.

Cosa deve sapere

L’operatore Socio Sanitario deve saper lavorare in un gruppo nel quale confluiscono più professionalità. Deve saper individuare quei bisogni che la persona in difficoltà spesso non riesce ad esprimere e saper intervenire di conseguenza. Deve saper documentare il proprio lavoro in modo utile anche per gli altri operatori.

Deve relazionarsi positivamente con la persona per limitarne il disagio rispettandola e rispettando l’etica del proprio ruolo professionale.

Formazione

Il corso è accessibile a coloro che, in possesso dei requisiti previsti dal bando, hanno superato le prove selettive di ammissione e la visita di idoneità sanitaria.

La formazione ha una durata di 1000 ore complessive, articolate in:

– 545 di attività teorica (in aula)

– 440 di stage (esperienze pratiche di tirocinio)

– 15 esame finale (prova scritta e colloquio).

I corsi di formazione sono autorizzati dalla Città Metropolitana di Torino e finanziati con risorse dell’Unione Europea.

 

Diventa OSS – Principali argomenti di studio

Area Socio culturale, istituzionale e legislativa

 legislazione sociale e sanitaria

 organizzazione dei servizi sociali e sanitari

 etica professionale

 profilo professionale dell’OSS

 concetto di bisogno: teorie e modelli

Area Psicologica e Sociale

 relazione d’aiuto

 tecniche di comunicazione

 tipologie di utenza

 dinamiche di gruppo

Area Igienico-sanitaria

 elementi di igiene della persona

 elementi di igiene della salma

 tecniche infermieristiche di base

 tecniche di mobilizzazione

 elementi di primo soccorso

 elementi di medicina generale, geriatria e psichiatria

 elementi di igiene alimentare

Area Tecnico-operativa

 metodologia del lavoro sociale e sanitario

 ruoli e funzioni nei gruppi

 elementi di igiene dell’ambiente e delle apparecchiature

 elementi di economia domestica e di gestione del bilancio domestico

 sicurezza e prevenzione

 tecniche di animazione

 alfabetizzazione informatica e telematica

Stage o tirocinio pratico

Tutti i corsi comprendono tre esperienze guidate presso servizi in cui opera l’OSS. Più precisamente:

– 140 ore da svolgersi presso le Residenze per anziani non autosufficienti;

– 150 ore da svolgersi presso i servizi territoriali (assistenza domiciliare, centro

diurno, ecc.);

– 150 ore da svolgersi presso i reparti ospedalieri.

 

Diventa OSS – Esame finale e attestato

Al termine del corso gli studenti sosterranno un esame finale e saranno valutati da una commissione esterna. Allo studente che supera le prove di esame verrà rilasciato dalla Città Metropolitana di Torino un Attestato di Qualifica professionale valido su tutto il territorio nazionale.

Autore

Lascia un nuovo commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.