Come fare per richiedere la disoccupazione Aspi

0

Ecco come fare per richiedere l’indennità di disoccupazione, ora Aspi: guida utile per tutte le persone che hanno perso il lavoro.

Come fare per richiedere l’indennità di disoccupazione, ora chiamata Aspi? E’ la domanda che si fanno le migliaia di persone che ogni mese, purtroppo, perdono o sono in procinto di perdere il lavoro. Vediamo allora, passo dopo passo, come richiedere la disoccupazione.

Disoccupazione Aspi: si richiede all’Inps

Innanzitutto precisiamo a chi dobbiamo richiedere l’indennità di disoccupazione: va richiesta all’Inps, che è l’ente preposto ad erogarla oltre che ad accogliere le domande.

Chi può richiedere la disoccupazione

Possono richiedere la disoccupazione tutti i lavoratori dipendenti che hanno perso il lavoro involontariamente, cioè che non si siano dimessi di propria volontà. L’indennità di disoccupazione viene garantita anche agli apprendisti, ai soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato, al personale dello spettacolo che sia inquadrato con contratti di lavoro subordinato ed ai dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni.

Chi non può richiedere la disoccupazione

Non possono richiedere la disoccupazione i dipendenti a tempo indeterminato delle Pubbliche Amministrazioni, gli operai agricoli a tempo determinato e indeterminato (per loro è prevista un’indennità specifica), i lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale (anch’essi destinatari di altra indennità specifica).

Quando richiedere l’indennità di disoccupazione Aspi

L’indennità di disoccupazione può essere richiesta quando il lavoratore perde il lavoro involontariamente, quindi non a seguito di dimissioni volontarie. Per poterla richiedere, la persona deve rivolgersi al Centro per l’Impiego di riferimento rispetto alla sua residenza e ottenere la certificazione dell’attività lavorativa precedentemente svolta, oltre che dichiarare la propria disponibilità a svolgerne.

Indennità di disoccupazione: casi speciali

Ci sono dei casi in cui l’indennità è riconosciuta anche in caso di dimissioni:
1) quando si tratti di un lavoratore/lavoratrice che si dimetta per giusta causa o durante la maternità;
2) nel caso di risoluzione consensuale del contratto di lavoro durante una procedura conciliativa:
3) in conseguenza del trasferimento del dipendente ad altra sede distante più di 50 Km dalla residenza del lavoratore e/o mediamente raggiungibile in 80 minuti o più con i mezzi pubblici.

Requisiti per ottenere l’indennità di disoccupazione Aspi

Per ottenere l’indennità di disoccupazione Aspi serve che siano trascorsi almeno due anni dal versamento del primo contributo contro la disoccupazione (due anni di anzianità), ed almeno un anno di contribuzione nel biennio precedente l’inizio dello stato di disoccupazione. La contribuzione utile è quella dovuta (quindi anche quella non versata).

Come presentare domanda per ottenere l’assegno di disoccupazione Aspi

La domanda deve essere presentata all’INPS attraverso questi canali:
1) sito web cliccando QUI.
2) call center ai seguenti numeri: 803164 gratuito da rete fissa; 06164164 da rete mobile con tariffazione variabile da gestore a gestore.
3) tramite un patronato.

Per ulteriori e più dettagliate informazioni si rimanda a questa pagina sul sito INPS.

Autore

Giornalista freelance, blogger e scrittore, inizia a collaborare a Lavoro e Carriere nel lontano 1999. Oggi è coordinatore editoriale della testata.

Comments are closed.