Lavoro, Umbria: pesante calo delle assunzioni a tempo indeterminato

0

Nel primo semestre del 2016 in Umbria si è registrato un pesante calo delle assunzioni, in particolare quelle a tempo indeterminato. A rilevarlo l’IRES Cgil che nel suo ultimo studio presentato ieri a Perugia ha evidenziato come l’economia umbra sia di fatto “in bilico”, registrando anche una sensibile contrazione dell’export, un caposaldo per la regione.

“La nostra regione – ha commentato il segretario generale della Cgil dell’Umbria, Vincenzo Sgalla – è quella in cui il calo delle assunzioni a tempo indeterminato nel 2016 è più accentuato. Non solo arretriamo di quasi il 50% rispetto al dato ‘dopato’ dagli incentivi nel 2015, ma torniamo indietro anche rispetto al 2014, quando gli incentivi non c’erano”.

Tra gli altri indicatori considerati negativi dai ricercatori Ires il boom dei voucher per il lavoro occasionale: “Siamo già oltre 1,2 milioni di buoni staccati – ha osservato Mario Bravi, responsabile dell’Ires Umbria – e sicuramente supereremo abbondantemente i 2 milioni di voucher nel 2016, un dato che preoccupa fortemente la Cgil che, come noto, chiede l’abolizione di questa forma di lavoro, anche attraverso un referendum abrogativo”.

Autore

Redazione

La redazione di Lavoro e Carriere è composta da un team di web editor sempre aggiornati sui temi del mercato del lavoro e della formazione professionale.

Lascia un nuovo commento