Nuova Naspi: cos’è, requisiti, importo e come richiederla

11

La Naspi, la nuova assicurazione per l’impiego, l’indennità di disoccupazione, entra in vigore con la pubblicazione dei decreti attuativi del Jobs Act: cos’è e come funziona.

Che cos’è la Naspi? La nuova assicurazione per l’impiego, l’indennità di disoccupazione che sostituisce l’Aspi, è un oggetto sconosciuto per la gran parte dei lavoratori. Sono in molti a domandarselo in queste ore, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei decreti attuativi del Jobs Act, firmati dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, avvenuta lo scorso venerdì 6 marzo 2015.

Naspi: che cos’è e a chi è rivolta

La Naspi, acronimo che significa Nuova prestazione di assicurazione sociale per l’impiego, secondo quanto previsto dal Decreto Legislativo 4 marzo 2015 n. 22, sostituisce dal 1° maggio 2015 la preesistente Aspi, Assicurazione sociale per l’impiego introdotta dalla Riforma Fornero del 2012. Di fatto la Naspi è un’indennità di disoccupazione, cioè un assegno destinato a chi ha perso il lavoro (involontariamente) e anche a chi ha rassegnato le dimissioni per giusta causa e nei casi di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro intervenuta nell’ambito della procedura di cui all’articolo 7 della legge 15 luglio 1966, n. 604, modificato dall’articolo 1, comma 40, della legge n. 92 del 2012 “Fornero”, vale a dire a seguito di tentativo di conciliazione.

Requisiti per ottenerla

Per ottenere la Naspi occorre possedere i seguenti requisiti:

  1. trovarsi in stato di disoccupazione ai sensi dell’articolo 1, comma 2, lettera c), del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 181, e successive modificazioni;
  2. possedere nei quattro anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione, almeno tredici settimane di contribuzione;
  3. aver accumulato almeno trenta giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimale contributivo, nei dodici mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione (nell’anno solare precedente, insomma).

Sono esclusi dalla Naspi i lavoratori a tempo indeterminato del pubblico impiego, quelli del settore agricolo (per cui è prevista un’indennità specifica) ed i lavoratori con forme di collaborazione coordinata continuativa o a progetto che, in attesa del riordino delle forme contrattuali già stabilito dal Jobs Act entro il 2016, percepiranno per quest’anno un’indennità specifica (la Dis.Coll.) in caso di interruzione del rapporto. Così come cosa diversa è l’Asdi, assegno di disoccupazione anch’esso previsto dal Jobs Act come ulteriore ombrello di copertura al termine di quella prevista dalla Naspi. Ad entrambe le fattispecie dedicheremo un articolo specifico.

Come si calcola l’importo della Naspi

L’importo della Naspi è proporzionale alla retribuzione imponibile ai fini previdenziali  che il lavoratore ha percepito negli ultimi quattro anni, divisa per il numero di settimane di contribuzione e moltiplicata per il numero 4,33.

Nei casi in cui la retribuzione mensile sia pari o inferiore nel 2015 all’importo di 1195 euro, rivalutato annualmente sulla base dell’indice Istat, la Naspi ammonterà al 75% della retribuzione mensile: quindi al momento, l’importo minimo della Naspi è di 896,25 euro.

Nei casi invece in cui la retribuzione mensile sia superiore a 1195 euro l’indennità sale al 75% dell’importo incrementato di una somma pari al 25% della differenza tra la retribuzione mensile del lavoratore e il predetto importo minimo della Naspi, con un tetto massimo fissato per il 2015 a 1300 euro mensili.

E’ importante sapere inoltre che la Naspi si riduce del 3% ogni mese a decorrere dal primo giorno del quarto mese di fruizione dell’assegno di disoccupazione.

Durata

L’indennità di disoccupazione Naspi viene corrisposta mensilmente per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione posseduta dal lavoratore negli ultimi quattro anni. Dal 1° gennaio 2017 durerà fino ad un massimo di 78 settimane.

A chi va richiesta la Naspi

La Naspi, come per la precedente Aspi, va richiesta all’Inps, che è l’ente proposto alla sua erogazione, seguendo le istruzioni fornite dall’ente stesso. Maggiori informazioni sono disponibili sulla pagina dedicata all’indennità di disoccupazione sul sito dell’Inps, che per il momento non menziona ancora la Naspi: l’entrata in vigore, ricordiamo, è prevista per il 1° maggio 2015.

Autore

Giornalista freelance, blogger e scrittore, inizia a collaborare a Lavoro e Carriere nel lontano 1999. Oggi è coordinatore editoriale della testata.

11 Commenti

  1. Sto percependo Aspi da scorso ottobre (ho 60 anni) se non trovo lavoro entro settembre 2015 potrei farne richiesta anche io?
    Grazie per l’attenzione

  2. sono un excomerciante autonomo disoccupato da più di 5 anni…..e secondo le leggi di oggi devo solo morire perchè nessuno ti da una mano, nessuno si preoccupa di chi cmq ha lavorato per più di 20 anni pagando regolarmente tutte le tasse…..ed a oggi????? sono completamente abbandonato…nessun aiuto, nessun sostegno, scartato sempre e comunque…..mi chiedo solo una cosa..perchè???????se non ho più il diritto a lavorare non dovrei avere nemmeno il dovere di pagare le tasse….a questo punto aiutatemi a morire cosi non sono più un peso per nessuno….ma se lo stato mi fa morire almeno poi si occupi di mia figlia…io non ne sono più capace perchè non ho più il diritto di lavorare e devo pagare le tasse…..sono nato maledettamente onesto e questa mia onestà mi sta costando la vita, dovevo fare il furbo quando ne avevo le occasioni ma ho rifiutato……risultato???devo solo morire….è l’unico modo per non preoccuparsi del lavoro e delle tasse da pagare……mia figlia?? santa pazienza…e che abbia almeno lei la forza di combatte una dittatura politica che uccide sempre gli stessi…coloro che hanno lavorato duramente solo per arricchire persone ignobili, e messi da parte in caso di bisogno..é un mi sfogo personale dovuto a sofferenze che non ho voluto ma che devo subire grazie all’indifferenza di chi di gente come me se ne frega,,l’importante è pagare, pagare sempre……a questo punto preferisco morire………grazie ITALIA, SEI UN POVERO STIVALE MARCIO CHE CONTINUA A PRENDERE A CALCI IN CULO TUTTI I PIU’ BISOGNOSI TRASCURANDO LE RICCHEZZE DI MOLTI………………………………GRAZIE ITALIA………………………………….

  3. per le donne disoccupate casalinghe che non trovano lavoro con eta superiori ai 40 senza reditto cosa deve fare vivere di aria o puo fare domanda per la naspi

  4. ALEX ANDREA COLOGNA il

    buongiorno…..io ho percepito la disoccupazione sino a questo mese corrente…ultimamente ho lavorato dal 2007 sino a maggio 2014…posso richiedere questa nuova indennità di disoccupazione……..come faccio a richiederla”’…….attendo un vostra risposta…grazie

  5. Buonasera. Anche io mi stavo chiedendo questo… Io ho lavorato quasi sempre in questi ultimi 4 anni. E quando son stata ferma ho preso mini aspi e aspi. A marzo 2015 ossia ora mi finisce la aspi. In base a questa nuova naspi posso subito richiedere il sussidio o devo tornare ad avere delle settimane contributive? Mi sembra di capire un mese almeno minimo in questo 2015. Giusto? E mi vengono riconteggiate le giornate passate dei scorsi 4 anni nonostante siano state già usufruire di aspi e mini aspi?

  6. Ho 61 anni. Ho finito la mobilita’ nel Novembre 2013. La mia azienda mi ha licenziato nel 2008. Ho fatto un anno di C.I. e poi 4 anni di mobilità. Posso usufruire della NASPI.
    Grazie.

  7. SALVE , HO 50 ANNI, HO SEMPRE LAVORATO CON CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO FINO ALLO SCORSO GIUGNO 2014, ATTUALMENTE STO LAVORANDO ANCORA CON UN CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FINO A GIUGNO. POI RISULTERO’ ANCORA DISOCCUPATO POSSO CHIEDERE LA NASPI DA LUGLIO IN POI? COME DEVO FARE? GRAZIE

  8. Per noi che abbiamo perso il lavoro prima del 2015 non c e niente e la naspi parte per chi perde il lavoro da gennaio 2015

  9. CIAO,X ME CHE HO FINITO 2 ANNI DI MOBILITà A FINE FEBBRAIO E LAVORATO NEI 2 ANNI PRECEDENTI,POSSO USUFRUIRE DELLA NASPI? GRAZIE

  10. buongiorno.
    sono stato licenziato il 30/04/2010.
    ho fatto 1 anno di cics e 3 anni di mobilità ,terminata il 08/07/2014 .
    posso richiedere l’indennità oppure no ?
    grazie in anticipo per la risposta

  11. ho quasi 39 anni è scaduto il mio ultimo contratto il 13 dicembre 2014 dopo 3 anni E 7 mesi lavorativi in un’azienda non rinnovato x riduzione di personale. ad agosto terminerà la mia prima indennità di disoccupazione. posso fare nuova domanda anch’io x la naspi? ho sempre lavorato dal 2001.ho un mutuo da pagare. grazie

Lascia un nuovo commento