Psicologi presso il Ministero della Giustizia, candidature entro il 25 maggio!

0

È indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio di idoneità, per PSICOLOGI esperti, per la formazione di un elenco da cui attingere per il conferimento di incarichi di collaborazione libero professionale, da espletarsi presso gli Istituti e i Servizi della Giustizia Minorile e di Comunità i Servizi della Giustizia Minorile e di Comunità presenti nei distretti delle Corti d’Appello di Torino e di Genova.

L’elenco non ha limite di validità. Potrà essere aggiornato ogni quattro anni, ovvero in caso di esaurimento, o per altre necessità.

Dalla data della pubblicazione potrà essere utilizzato per il conferimento degli incarichi di esperto presso i Servizi della Giustizia Minorile e di Comunità presenti nell’ambito territoriale di competenza dell’Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna (Regioni Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria e Provincia di Massa) e del Centro per la Giustizia Minorile di Torino (Regioni Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria).

REQUISITI RICHIESTI

Per essere ammessi alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

Laurea (magistrale o vecchio ordinamento);

abilitazione all’esercizio della professione;

iscrizione all’Albo Professionale;

partita I.V.A. o dichiarazione di apertura della stessa in caso di conferimento dell’incarico;

dichiarazione di non aver riportato precedenti penali iscrivibili nel casellario giudiziale ai sensi dell’art. 3 del D.P.R. 14/11/2002 n. 313 e assenza di carichi pendenti, né procedimenti per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione;

età superiore ad anni 25, ai sensi dell’articolo 132 del D.P.R. 230/2000;

non avere rapporto di lavoro dipendente con il Ministero della Giustizia;

non avere motivi di inconferibilità di incarichi con le Pubbliche Amministrazioni.

I requisiti prescritti devono essere tutti posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente avviso.

Titoli di specializzazione ed esperienze professionali

Gli aspiranti in possesso dei seguenti titoli di specializzazione ed esperienze professionali significative in specifici ambiti operativi connessi all’esecuzione penale per adulti e per minori, potranno indicarli nella domanda di cui al successivo articolo 6:

trattamento di particolari tipologie di autori di reato;

mediazione penale, familiare, culturale e linguistica;

conduzione dei gruppi di adulti e/o minori;

volontariato di servizio civile per il dipartimento per la giustizia minorile e di comunità;

tirocini universitari presso i servizi per la giustizia minorile e di comunità;

attività professionale presso i servizi per la giustizia minorile e di comunità e/o dell’amministrazione penitenziaria;

attività professionale presso enti pubblici e/o privati in ambiti operativi connessi all’esecuzione penale per adulti e per minori.

Tali titoli potranno essere oggetto di valutazione da parte della commissione in sede di colloquio di idoneità ed essere presi a riferimento ai fini della realizzazione di iniziative trattamentali rivolte a categorie specifiche di persone in esecuzione penale e/o di attività progettuali nell’ambito dell’esecuzione penale esterna degli adulti e dei minori.

COLLOQUIO D’IDONEITÀ

L’idoneità sarà accertata mediante un colloquio volto a verificare le attitudini, le conoscenze e le capacità professionali del candidato a svolgere l’incarico di esperto in psicologia ex art.80 O. P.

I colloqui si svolgeranno tramite la piattaforma Microsoft Teams.

Il calendario dei colloqui sarà pubblicato sul sito www.giustizia.it almeno 10 giorni prima dell’inizio degli stessi; detta pubblicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti nei confronti dei candidati. I candidati che non si presenteranno, salvo giusto motivo, nel giorno e nell’ora convocati saranno considerati esclusi dalla selezione. Le ulteriori notizie saranno comunicate esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica indicato nella domanda dall’aspirante. L’Amministrazione non avrà alcuna responsabilità nel caso di mancata ricezione del messaggio da parte dell’istante.

I candidati dovranno presentarsi al colloquio muniti di valido documento di identità.

PSICOLOGI

PSICOLOGI ESPERTI – COME FARE DOMANDA

Ogni aspirante può presentare la propria candidatura anche per più distretti di Corte d’Appello e per più diverse regioni.

La domanda di partecipazione alla selezione per psicologi esperti deve essere redatta, a pena di inammissibilità, utilizzando esclusivamente il modello “A” pubblicato, debitamente compilato in tutte le sue parti e sottoscritto con firma autografa.

In essa ciascun candidato dovrà dichiarare, ai sensi dell’art. 45 e 46 D.P.R. 28/12/2000, n. 445, in maniera dettagliata i propri dati anagrafici, il codice fiscale, il recapito telefonico, il domicilio, l’indirizzo di posta PEC, il possesso dei requisiti richiesti ai fini della selezione e il possesso dei titoli indicati all’art. 4 del presente avviso, nonché la veridicità di tutte le ulteriori dichiarazioni eventualmente presenti nel curriculum vitae.

La domanda di partecipazione alla selezione dovrà essere corredata da copia del documento di identità e da curriculum vitae, redatto a pena di esclusione secondo il modello europass (https://europa.eu/europass/it).

Ulteriori allegati non sono ammessi e, qualora presentati, non saranno considerati utili ai fini della presente selezione.

La domanda, con gli allegati specificati, va indirizzata a pena di inammissibilità all’Ufficio Interdistrettuale di esecuzione penale esterna di Torino e inoltrata esclusivamente per posta elettronica certificata al recapito [email protected] con indicazione nell’oggetto “selezione esperti in psicologia”, entro le ore 24.00 del 25 MAGGIO 2022.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per scaricare il bando per psicologi esperti CLICCA QUI.

 

Autore

Avatar

Lascia un nuovo commento

9 + otto =

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.