Concorso Agenzia delle Entrate 2015: 892 funzionari

3

L’Agenzia delle Entrate ha appena indetto un concorso per l’assunzione di 892 funzionari per attività amministrativo-tributaria.

Buone notizie per chi nel 2015 vuol provare ad entrare nello staff dell’Agenzia delle Entrate: l’ente che si occupa della riscossione delle imposte per conto dello Stato ha infatti indetto un nuovo concorso pubblico per l’assunzione di 892 funzionari per attività amministrativo-tributaria. Si tratta di 892 posti a tempo indeterminato nella terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario. Per partecipare serve prima di tutto una laurea economico-giuridica.

I posti disponibili per questo concorso per la posizione di funzionario amministrativo-tributario sono 892, ripartiti su base regionale con queste proporzioni:

  • Emilia Romagna 110 posti;
  • Liguria 20 posti;
  • Lombardia 470 posti;
  • Piemonte 110 posti;
  • Toscana 42 posti;
  • Veneto 140 posti.

Come per altri concorsi indetti dall’Agenzia delle Entrate anche questo prevede una riserva di posti a favore dei dipendenti della stessa Agenzia: il 20% in questo caso, appartenenti alla seconda area funzionale, in possesso dei requisiti previsti. La Lombardia farà la parte del leone in questo concorso, con 470 posti disponibili nelle sedi territoriali dell’Agenzia delle Entrate.

Il funzionario è la figura centrale nell’organigramma dell’Agenzia, colui che si occupa di gestire tutte le tipologie di pratiche che passano dagli uffici dell’ente, dall’amministrazione, alla riscossione, al contenzioso tributario. Ulteriori informazioni sono contenute nel Contratto collettivo nazionale di lavoro relativo delle agenzie fiscali.

Per partecipare al concorso, che scade il prossimo 26 marzo 2015, occorrono i seguenti requisiti: un diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio o diplomi di laurea equipollenti per legge, o le corrispondenti lauree di primo livello (L) di cui all’art. 3 del decreto del 22 ottobre 2004, n. 270; cittadinanza italiana; godimento dei diritti politici e civili; idoneità fisica all’impiego.

A seguito del concorso i candidati che risulteranno vincitori saranno inseriti nell’organico dell’Agenzia delle Entrate con la formula del tirocinio teorico-pratico: si tratta di un periodo di formazione e lavoro, regolarmente retribuito e della durata di 6 mesi che si svolge presso gli uffici dell’Agenzia e utile ai nuovi funzionari per ambientarsi, conoscere le pratiche organizzative dell’ente, misurarsi con l’operatività quotidiana.

Prima di candidarsi consigliamo la visione del bando di concorso integrale sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

[dfp][/dfp]

Autore

Redazione

La redazione di Lavoro e Carriere è composta da un team di web editor sempre aggiornati sui temi del mercato del lavoro e della formazione professionale.

3 Commenti

Lascia un nuovo commento