Contributi per l’imprenditoria femminile a fondo perduto

0

I contributi per l’imprenditoria femminile a fondo perduto sono somme messe a disposizione delle aspiranti imprenditrici o delle neo-imprenditrici senza nessun onere a loro carico. Si distinguono insomma dai contributi erogati in forma di “agevolazione”: in questo caso si tratta sempre di strumenti finanziari – mutui o prestiti – somme che seppur con un tasso d’interesse vantaggioso vanno sempre comunque restituite.

Contributi per l’imprenditoria femminile a fondo perduto: come funzionano

Stiamo parlando in tutti i casi di fondi per l’imprenditoria femminile di natura pubblica, erogati nell’ambito della normativa vigente. I finanziamenti europei per l’imprenditoria femminile sono tipicamente a fondo perduto, come abbiamo spiegato in un precedente articolo sull’argomento. Tutte le erogazioni di finanziamenti per l’imprenditoria femminile di natura pubblica consistono in una parte a fondo perduto e in un’altra a tasso agevolato.

Contributi per l’imprenditoria femminile a fondo perduto: come accedere

Per accedere ai contributi per l’imprenditoria femminile a fondo perduto occorre partecipare ai bandi indetti di volta in volta dai vari Enti interessati: Unione Europea, Stato, Regioni.
Per partecipare è sempre necessaria la realizzazione di un business plan, corredato della descrizione del progetto che si intende realizzare e di una sezione più dettagliata inerente alla fattibilità finanziaria dell’impresa. Le spese ammissibili per ottenere un contributo a fondo perduto sono di norma quelle sostenute per l’acquisto di terreni, di impianti e macchinari, quelle per consulenze e corsi di formazione.
Questi i requisiti per ottenere contributi per l’imprenditoria femminile a fondo perduto:

  • imprese individuali in cui il titolare sia una donna;
  • società di persone costituite in maggioranza, sia numerica che di capitale, da donne;
  • società di capitali costituite in maggioranza, sia numerica che di capitale da donne, e in cui l’organo di amministrazione sia costituito prevalentemente al femminile.

LEGGI LA NOSTRA GUIDA AI FINANZIAMENTI PER L’IMPRENDITORIA FEMMINILE

Contributi per l’imprenditoria femminile a fondo perduto: informazioni

Per restare aggiornati sui contributi per l’imprenditoria femminile a fondo perduto occorre seguire la pubblicazione dei bandi. Consigliamo di restare aggiornati su Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e la creazione d’impresa, che gestisce anche alcuni bandi finanziati con fondi europei, come ad esempio il bando “Nuove imprese a tasso zero” aperto ad inizio 2016.

Tra i link che consigliamo di mettere tra i preferiti, oltre al sito della propria regione di appartenenza, ci sono poi:

Autore

Redazione

La redazione di Lavoro e Carriere è composta da un team di web editor sempre aggiornati sui temi del mercato del lavoro e della formazione professionale.

Lascia un nuovo commento