Assegno di ricollocazione per disoccupati, come fare domanda

0

L’ assegno di ricollocazione è la prima misura di politica attiva del lavoro di livello nazionale, coordinata dall’Anpal e gestita tramite la rete pubblico-privata dei servizi per il lavoro. È destinata alle persone disoccupate che percepiscono la Nuova Prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASPI) da almeno quattro mesi e consiste in un servizio personalizzato erogato da un Centro per l’Impiego o da un soggetto accreditato scelto dal disoccupato, volto al rapido reinserimento nel mondo del lavoro.

 

 

VERIFICA SE HAI REQUISITI RICHIESTI

 

L’Assegno di ricollocazione è rilasciato a tutti i soggetti disoccupati che percepiscono la NASpI da almeno 4 mesi, che ne facciano richiesta purché non siano:

già impegnati in misure di politica attiva analoghe (solitamente denominate contratto/assegno di ricollocazione, accompagnamento al lavoro o dote lavoro) erogate dalle Regioni e Province Autonome, per tutta la durata dell’erogazione della misura regionale;

coinvolti in misure di politica attiva finanziate da un soggetto pubblico (quali corsi di formazione per l’inserimento lavorativo, corsi di formazione per l’adempimento dell’obbligo formativo, tirocini extracurriculari, servizio civile);

destinatari di un finanziamento pubblico per l’avvio di un’attività di lavoro.

Nella fase di sperimentazione invece solo al campione preselezionato.

 

Il destinatario è libero:

 

di aderire o no alla misura;

di rivolgersi al Centro per l’Impiego o a un soggetto accreditato per usufruire del servizio di assistenza intensiva;

di scegliere un soggetto erogatore nel territorio di domicilio o in un’altra Regione.

 

Per verificare subito se puoi richiedere l’assegno di ricollocazione clicca qui e inserisci il tuo codice fiscale.

 

 

Assegno di ricollocazione

 

Come funziona

L’importo dell’assegno viene riconosciuto non alla persona disoccupata, ma al soggetto erogatore che ha fornito il servizio, e solo a risultato occupazionale acquisito. L’importo varia da un minimo di 250 euro ad un massimo di 5.000 euro, a seconda del tipo di contratto alla base del rapporto di lavoro e del grado di difficoltà per ricollocare il disoccupato (profilo di occupabilità).

Le tipologie di contratto per le quali si riconosce l’esito occupazionale sono il tempo indeterminato, compreso l’apprendistato, e il tempo determinato maggiore o uguale a 6 mesi.

 

 

 

ASSEGNO DI RICOLLOCAZIONE – ULTERIORI INFORMAZIONI

 

Per saperne di più clicca qui e guarda il Video tutorial.

 

Autore

Lascia un nuovo commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.