Aprire un asilo nido in casa: che cos’è una Tagesmutter

0

Come aprire un asilo nido in casa? Per chi ha deciso di aprire un asilo nido ci sono molte soluzioni: abbiamo visto come aprire un asilo nido privato oppure come affiliarsi ad un franchising. Una terza soluzione, molto differente dalle altre per la tipologia di servizio che è possibile offrire è quella di aprire un asilo nido in casa.

Che cos’è una Tagesmutter

In Germania, paese pioniere per questo genere di attività, gli asili nido in casa si chiamano Tagesmutter, che letteralmente significa “mamme di giorno”. Gli asili nido in casa non sono nient’altro che delle mamme che si mettono a disposizione per la cura di altri bambini oltre che dei propri.

In Italia le Tagesmutter sono arrivate grazie alle Cooperative “CasaBimbo” di Bolzano e “Tagesmutter del Trentino – Il Sorriso”,create con l’obiettivo di valorizzare il lavoro educativo delle donne, offrendo un’opportunità innovativa nel panorama dei servizi socio-educativi per la prima infanzia.

L’idea della Tagesmutter si basa sulla pedagogia Waldorf che considera l’ambiente domestico come il miglior ambiente in cui i bambini sotto i tre anni possono crescere.
Si tratta di un lavoro che permette di conciliare le esigenze della vita domestica con l’attività professionale. Aprire un asilo nido in casa significa poter offrire ai bambini

  • un contesto simile a quello familiare
  • possibilità di essere seguiti da vicino
  • maggiore attenzione alla psicomotricità
  • attività ludiche simili a quelle di casa propria

Aprire un asilo nido in casa: la formazione delle Tagesmutter

Per aprire un asilo nido in casa occorre prima di tutto pensare agli spazi da dedicare all’attività di Tagesmutter, che devono essere adeguati ad accogliere i bambini.
Per quanto riguarda la formazione per le mamme che vogliono aprire un asilo nido in casa, in Italia non esiste una normativa specifica, per cui ci sono molti pareri discordanti.

Gli elementi qualificanti per una Tagesmutter sono comunque un percorso formativo specifico sulla psicologia infantile, sulle tecniche di animazione tramite il gioco, sulla sicurezza e la salute dei bambini. Esistono percorsi formativi organizzati dalle regioni: si tratta di corsi di formazione di durata variabile da un minimo di 200 ad un massimo di 400 ore, a cui solitamente è possibile accedere previa selezione.

Quasi tutti i corsi di formazione prevedono formazione in psicologia, pedagogia, alimentazione, sicurezza, primo soccorso, laboratori ludici e musicali, almeno 200 ore di corso più 50 di tirocinio da svolgersi a casa di tagesmutter già operative.

Autore

Redazione

La redazione di Lavoro e Carriere è composta da un team di web editor sempre aggiornati sui temi del mercato del lavoro e della formazione professionale.

Lascia un nuovo commento